La regina della spagnoletta

La regina della spagnoletta è una ragazza
alta e mora, i capelli sono di un nero corvino e le ricadono
lisci sulle spalle; ha la pelle dorata e le labbra carnose.
La regina della spagnola ha naturalmente due seni
grandi e sodi, i capezzoli sono piccoli e turgidi,
basta che lei sfiori il pene di un uomo eccitato
con uno dei suoi capezzoli, per farlo esplodere
in un orgasmo intenso, bagnandola col suo seme.
E’ una dea mitologica, indossa solo sottili
canotte di seta bianca, perennemente umide
dello sperma degli uomini che ha soddisfatto.
Uno, due, tre alla volta, 
che importa, lei gode così, avvolgendo cazzi
tra i suoi seni scivolosi, mentre si trastulla le
areole con le dita lunghe, eleganti.
Benvenuti nelle mie fantasie sessuali.

Continue reading

Ciao Sole

Se mi succedesse qualcosa vorreianch’io un saluto da parte dei blogger come me,anche se ci si fosse appena incrociati.Mi spiace moltissimo, per Sole’s Heavene per chi le era vicino.http://hovogliadi.blogspot.it/2012/06/ciao-sole.html Continue reading

Pubblicato in Senza categoria

Menage a Trois | X-Art (Video)

<a href=’http://youporn.com/watch/7722936/x-art-menage-a-trois/’>X-Art – Menage A Trois</a> powered by <a href=’http://www.youporn.com’>YouPorn</a>.
X-Art – Menage A Trois powered by YouPorn.
Un nuovo video threesome dal mio sito preferito!
Nonostante il pensiero che i numeri dispari fanno sì che
qualcuno possa essere escluso, il rapporto a tre resta una delle
mie fantasie sessuali preferite, in cui spesso non sono affatto la regina
della situation, ma un’umile adoratrice di corpi femminili e maschili.
Questo non vuol dire che in quella situazione non bramerei
essere scopata come si deve, la parte lesbo della mia sessualità
non può in alcun modo farmi smettere di desiderare
di essere penetrata da un uomo.
Anche la donna più bella, quella con le mani più
esperte forse mi lascerebbe insoddisfatta,
se a tenerci compagnia non ci fosse un uomo pronto a soddisfarci.
O un bel dildo??
Nah, un uomo vero.

Continue reading

Una famiglia speciale


Sono Dora, ho 19 anni e la mia è una famiglia speciale. Mia mamma, 3 anni fa, ha deciso di lasciare mio padre ed è andata a convivere con un altro uomo, suo amante da almeno 10 anni. Mio padre è uscito distrutto da questa esperienza, lui così preciso e rigoroso ha cominciato a bere, a diventare un uomo trasandato. Quando in fabbrica hanno dovuto fare dei tagli, lui che era contabile è stato mandato a casa e si è ritrovato senza una moglie, senza un lavoro, con 800 euro al mese di pensione perché è stato prepensionato. Passa il tempo in cannottiera, davanti alla TV, bevendo birra. Il suo corpo è sempre stato atletico e muscoloso, ma negli ultimi tempi gli è venuta su la pancia, a forza di stare seduto tutto il giorno sul divano a bere birra. Confesso di essere stata sempre innamorata di mio padre e di aver fatto delle fantasie erotiche con lui. Anzi, da sempre mi masturbo sognando di farmi scopare da lui. L’anno scorso, avevo da poco compiuto i 18 anni, è successo una cosa particolare.
Un giorno mi dice: “Stasera esco”.
“Con chi esci papino?”, gli chiedo io.
“Con la signora Lucia del terzo piano”
“Ma papà è una vecchia, ha 60 anni ed è brutta, vedova da 15 anni e nessuno che se la prende”
Mi arriva uno schiaffone in piena faccia, il mio papino è un po’ collerico.
“Senti signorina, io esco con chi voglio, da quando la puttana che avevo sposato mi ha lasciato non faccio sesso e ne ho bisogno. E non ho i soldi per pagare una puttana”
“Papino quello che volevo dirti è che puoi fare sesso con una ragazza che è innamorata di te, che è bella e che ha un seno di quarta misura”.
“E chi sarebbe?”
“Sei molto sexy papino….”
In effetti per me lo era, anche se aveva una cannottiera tutta sbrodolata e un paio di mutandoni che non erano certo di Kelvin Klein…
“Che cosa stai dicendo?”
Ma intanto mi afferra, ha capito che voglio fare sesso con lui. Gli tolgo le mutande e inizio a succhiarli il cazzo, così grande e così duro, non mi interessa il cattivo odore ma mi piace tenerlo in bocca, mi eccita.
Faccio cadere gli short e gli dico di penetrarmi rapidamente. E lui obbedisce. Inizia a scoparmi con desiderio e anche con odio, so che il mio bel corpo gli ricorda quello di mia madre che tanto male gli ha fatto e io sono contente di dargli piacere e consentirgli, allo stesso tempo, di sfogare la sua rabbia.
Mi venne dentro quella prima volta, e fu una lunga serie di rapporti sessuali. Poi cominciò a farmi anche il culo. Io sono felice, talvolta mi picchia, spesso mi chiama troia, ma io sono felice lo stesso. Vivo con l’uomo che amo e che desidero sessualmente, che mi scopa tutti i giorni e un piatto di pasta ce l’ho sempre. Non abbiamo soldi ma questo nella vita non è importante. Continue reading

Pubblicato in Senza categoria

Voglia di dildo

Eh, mica posso sempre scrivere di quanto deprimente può essere
il rapporto con l’altro sesso!
Per esempio ieri pomeriggio, nella calura che in questi giorni 
contraddistingue ogni dannatissimo angolo di questa città,
cercavo di riposare nella penombra di persiane chiuse.
Avevo voglia di masturbarmi, sì, ma voglia
anche di qualcosa che le mie dita non sarebbero riuscite a colmare.
Lasciavo andare il pensiero ad un bel dildo di gommapiuma,
con l’aspetto di un pene chiaro, per esplorare la mia vagina
e bagnare le lenzuola calde.
Non è sempre meglio un bel pene in carne ed ossa?
Certo, capitan ovvio.
Ma la sessualità è come altre sfere della nostra vita,
non è fatta solo di rapporti con gli altri, 
ma anche e prima di tutto con noi stessi.
Ecco, un giorno mi convertirò al dildo o vibratore che sia,
mi stravolgerò di orgasmi e proporrò che venga montato
sulle sedie degli uffici come altre volte ho vaneggiato.
Amen.

Continue reading

C’era una volta…

…una ragazza che non si sapeva proprio accontentare.
Con qualunque uomo stesse, c’era sempre
il momento in cui la modalità “tanto finirà anche con lui”
tornava a farsi insistentemente ON.
To look up, per lei, era uno stile di vita,
non si accontentava mai di ciò che aveva intorno,
sognava sempre altri posti, altre persone, lontano dal luogo in cui fosse.
Si innamorava, tanto da dover distogliere lo sguardo da lui, per non soffrire troppo,
e si chiedeva quando sarebbe finito quel lungo abbaglio.
Perché era sempre stata convinta che non potesse durare per sempre.
E poi c’era lui, che si affannava per trovare qualcuna con cui star bene,
e che poi si adagiava, senza più coltivare l’amore che aveva conquistato,
ma senza desiderare altro.
Una volta fatta sua una donna, infatti, dava tutto per scontato, perché la cosa più
importante era avvenuta. Il resto era solo uno stare insieme indiscriminato,
per non stare da solo.
La storia dice che entrambi rimasero soli.

Continue reading

#singlewoman | Meet a very single woman


La vera donna single sa che la sua vagina è un’entità a parte,
ma sa controllarsi;
la vera donna single la riconoscete subito, è quella che sa mangiare da sola
al ristorante, in compagnia di un libro.
Anche se è sempre stata attorniata da uomini,
la donna single non ha mai dimenticato come si guida la macchina,
perché è indipendente, e di tutte le cose che fa,
solo un quarto delle volte viene accompagnata da qualcuno.
Sa badare a sé stessa e si mantiene da sola,
ha imparato che la sua propria compagnia è la migliore di tutte,
e solo così è riuscita a stare insieme agli altri nel migliore dei modi.
Gelosa della sua casa, è restia a farvi entrare un uomo,
non china la testa, non stira i suoi vestiti,
figuriamoci quelli di un altro.
Tutto è un atto d’amore per se stessa,
lo shopping, i fiori in un vaso, lo sport;
ma la buona notizia è che saper fare le cose per
sapersi amare, le ha insegnato ad amare gli altri.
Resta in attesa di qualcosa che davvero non sa
se arriverà mai.
Dimenticavo, scopa da dio.

Continue reading

SFR | Scopata di fine rapporto

A volte ci si prende, ci si lascia e poi ci si tromba.
Dopo.
Io la chiamo “scopata di fine rapporto”,
quella che viene dopo un po’ di giorni in cui ci si è lasciati,
quella che lo fai perché un po’ ti manca, ma sai che è finita;
perché è anche la tua vita sessuale che ti manca.
Quella che lo fai per lasciare andare quella persona una volta per tutte.
Che sapore ha l’ultima volta?
Per me è selvaggia e un po’ malinconica.

Continue reading